Pet Hair Remover
Mario Seruis 2

MX ASI: ASSEGNATI I TITOLI DEL TROFEO SARDEGNA 2015

ASI – Con la gara del sei dicembre il “Trofeo Asi Sardegna 2015” ha raggiunto la sua naturale conclusione. Anche questa volta piloti, moto-club e i tantissimi appassionati che hanno seguito i loro campioni in lungo e in largo per la Sardegna, hanno dato vita ad un evento unico ed irripetibile, che anno dopo anno non fa altro che crescere e migliorare, acquistando sempre più credito nel settore motociclistico italiano.

A dimostrarlo bastano i 182 piloti e i 25 Moto-club che durante l’anno hanno preso parte alle competizioni; numeri altissimi, da capogiro, forse inimmaginabili sino a qualche tempo fa, esempio lampante di quanto sia tangibile l’evoluzione compiuta da questo campionato e dal motocross sardo in generale. Complimentarsi personalmente con ogni singolo individuo, che come l’ingranaggio di un motore complesso ha fatto muovere e andare avanti questo Trofeo, sarebbe impossibile. Troppi sarebbero i nomi di tutti coloro che si sono messi in gioco per rendere possibile questa magia, ma certamente uno è in grado di rappresentarli tutti ed è quello di Michele Soddu, pilota e patron del comitato Asi Sardegna, quindi a lui e a tutti i suoi collaboratori vanno le lodi di Sardegna Motor News.

Ma ora è giunto il momento di parlare dei veri protagonisti della competizione, ovvero quei quasi duecento centauri che sono sempre scesi in pista con il sole o con la pioggia, in mezzo al fango, alla polvere, spingendo al massimo l’acceleratore, senza mai tirarsi indietro. Ecco finalmente i nomi dei campioni del 2015.

Tra i giovanissimi piloti della Mini 50, cuore pulsante e futuro prossimo di questo sport, ha potuto alzare trionfante la coppa del vincitore Riccardo Nannini, bandiera del Mc Ogliastra, il quale è riuscito a sbaragliare la concorrenza avversaria. La medaglia d’argento invece è finita al collo di Matteo Sanna, che grazie ad una fantastica rimonta iniziata nella seconda fase di campionato è riuscito a risalire la classifica assoluta. Il terzo campioncino titolato di quest’anno è stato infine un grandissimo Manuel Bulla.

La Mini 65 ha invece salutato con grande orgoglio la vittoria di Maurizio Muretti, che ha ottenuto questo grande risultato grazie al decisivo cambio di marcia registrato nella seconda fase. Sul secondo gradino del podio finale ha potuto poi prendere posto Davide Ladinetti, protagonista assoluto della prima metà di stagione. Nicola Garau ha poi completato il gruppo, andando a chiudere il cerchio dei titolati della sessantacinque.

Cambia la categoria, ma non il cognome, la Mini 85 è stata letteralmente dominata da Ivan Muretti, vincitore assoluto. Accanto a lui Fabio Podda è riuscito nell'impresa di conquistare la seconda posizione e così ha potuto portare a casa l’argento finale, che lo ha visto conquistare la vetta tra gli altri campioni. L’ultimo a ricevere la medaglia è stato Alessio Monaco, pilota del Mc Portoferro e orgoglio del team algherese.

Tra gli Esordienti Mattia Argiolas ha potuto concludere la stagione nel migliore dei modi, festeggiando una grande vittoria guadagnato con impegno e sacrificio, elementi che lo hanno guidato durante il suo percorso, scortandolo sino alla vittoria. Enrico Nonna ha invece occupato il secondo posto assoluto, terminando positivamente un’ottima stagione che lo ha anche visto al comando della classifica, tutti presupposti che lasciano immaginare quale sarà la fiamma che alimenterà il pilota il prossimo anno. Ha potuto festeggiare anche Giovanni Pensè, medaglia di bronzo, emblema di assiduità e impegno costante.

La Sport è stata dominata da Stefano Massidda, il quale dopo l’ultima gara corsa a Dolianova ha potuto festeggiare ufficialmente la vittoria e le sue formidabili prestazioni stagionali. Alessio Perseu gli è sempre rimasto incollato e alla fine dei giochi la sua perseveranza è stata premiata con il secondo posto assoluto e la presenza del suo nome tra quelli dei centauri titolati.  La prima fase non lo ha visto tra le prime tre posizioni, ma nonostante ciò Francesco Farci si è fatto spazio sul podio, andando a fare suo l’ultimo gradino rimasto libero, conquistando un posto accanto agli altri campioni fuoriclasse.

Che la 125 fosse la sua classe, Gualtiero Patuzzo lo ha dimostrato sin dalla prima gara. Alla fine del campionato il primo posto e il conseguente titolo di campione non fanno altro che dimostrare questa tesi, celebrando senza se e sena ma uno dei nomi storici del cross isolano. Chi ha fatto il possibile per frenare la sua ascesa, meritando di diritto di salire fieramente sul podio è stato invece Alessio Agri, diplomatosi vice-campione di classe. A completare il quadretto fa poi la sua comparsa accanto agli altri due vincitori Sergio Serra, risorto come Agri dalla metà della classifica assoluta, impareggiabile detentore  della medaglia di bronzo.

E per concludere arriviamo alla Expert. Il titolo di campione è stato assegnato ad un instancabile Enrico Picciau, il quale nonostante fosse diviso tra due campionati ha sempre dato tutto se stesso, fino a raggiungere la vetta più alta. Dopo di lui è stato il turno di Massimo Monaco di salire sul podio, indossando la medaglia d’argento, riconoscimento finale del lungo percorso iniziato a Siniscola. Claudio Chessa, impegnato come Picciau in più di un campionato, ha poi potuto salutare la conclusione del “Trofeo Asi Sardegna” insieme agli altri compagni premiati, sul terzo gradino del podio finale.

Un altro anno, motociclisticamente parlando si è ormai concluso, o quasi. Le premiazioni ufficiali infatti si svolgeranno l’11 gennaio a Bonnanaro, data in cui Verranno consegnati i trofei ai rispettivi vincitori di ogni classe e verrà ufficialmente scritto il finale di questa entusiasmante stagione. Tutto lo staff di Sardegna Motor News non può che ringraziare ancora una volta di cuore tutti coloro che hanno lavorato duro per la realizzazione di questo magnifico Trofeo, augurando un grande in bocca al lupo per il futuro. Noi non vediamo già l’ora che inizi il “Trofeo Asi Sardegna 2016”, e voi?

 

 

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Condividi questo articolo

Contatti

 

  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Mercato auto in Sardegna

Come nel resto d’Italia, anche in Sardegna il primo trimestre dell’anno registra un aumento delle immatricolazioni in controtendenza allo stesso periodo del 2013. Come dichiarato dall’Unrae questo potrebbe essere sufficiente a creare dell’ottimismo superficiale.
Anche nel mese di febbraio 2014 prosegue in positivo il dato delle immatricolazioni auto in Sardegna. Nel secondo mese di quest'anno si registrano 273 immatricolazioni di auto nuove in più rispetto a febbraio 2013, con un totale di 1,815 immatricolazioni contro le 1.542 dell'anno precedente.
Chi ben comincia è ha metà dell'opera. Così cittava un vecchio detto che calza a pennello con i dati relativi alle immatricolazioni auto in Sardegna di gennaio 2014. Infatti, chiude bene il primo mese di quest'anno con più 356 auto nuove rispetto a gennaio 2013, con un totale di 2.058 immatricolazioni contro le 1.702 dell'anno precedente.